venerdì 11 novembre 2016

Pizza con Grano Saraceno

A casa mia il giovedì sera è serata Pizza!! Ogni settimana la faccio, e sinceramente preferisco farla e mangiarla a casa perchè mi piace prepararla. Oggi vi propongo una variante della mia pizza con il grano saraceno integrale che gli darà un ottimo profumo e colore come si vede dalle foto l'impasto verrà punitato. Io qui l'ho condita con stracchino e gorgonzola con sopra la spianata piccante.... una bontà!! Il post è un'pò lungo perchè ho descritto passaggio per passaggio in dettaglio però vi lascio anche i link ai video che feci due settimane fa in diretta sulla mia pagina facebook dove spiego come fare la pizza (li trovate in fondo alla ricetta)! la ricetta che vedrete nel video è senza il grano saraceno ma con solo il Mix Pane Pizza Revolution New Food per qualsiasi dubbio scrivetemi!! Ma ora andiamo alla ricetta!!!


 
 
Ingredienti

- 490gr Mix Pane e Pizza Revolution
- 60gr Grano Saraceno Integrale Revolution
- 350gr acqua a temperatua ambiente (20°-22°)
- 5gr lievito di birra fresco
- 3gr di zucchero semolato
- 25gr olio d'oliva
- 4gr sale
- farina di riso per lo spolvero
-stracchino, gorgonzola e salame piccante consentito per la farcia

Azionate il forno e fatelo scaldare ad una temperatura di 30°-35°.
In una ciotola versate l'acqua, il lievito e lo zucchero e lasciate riposare per 5 minuti. In una tazzina da caffè pesate l'olio e il sale. Nella ciotola della planetaria versate le due farine e montate il gancio per impastare. Ora azionate la macchina e fate girare per un minuto, adesso versate l'acqua che avete preparato prima e facciamo impastare per 2 minuti poi fermate un attimo la planetaria e con un raschietto di plastica staccate l'impasto dalle pareti e smuovetelo anche sotto così si impasterà tutto in modo omogeneo. Ora ri-azionate la planetaria e fate impastare per 5-7 minuti. A questo punto versiamo l'olio preparato prima e facciamo andare la macchina per 2 minuti, se vedete che l'impasto si separa è normale. Ora fermate la macchina e sempre con il raschino staccate l'impasto dalle pareti e ri-azionate per 5 minuti. a Questo punto spolverate un piano con della farina di riso e levate l'impasto dalla planetaria e adagiatelo sul piano appena spolverato di farina.
   
Impasto appena tolto dalla macchina
L'impasto risulterà morbido ma lavorabile, ora manipolate l'impasto dandogli delle pieghe come se faceste la pasta sfoglia e dategli una forma a palla.

Impasto dopo averlo lavorato sul banco

Adesso prendete una teglia rettangolare dai bordi alti, rivestitela con carta forno e oliate leggermente; adagiate l'impasto appena manipolato al centro della e con le mani leggermente oliate stendetelo per tutta la grandezza della teglia.

Impasto steso in teglia e "bucherellato"

Ora fate con le dite delle leggere pressioni sull'impasto in modo che rimanga il solco del dito, bagnate leggermente con acqua la superficie della pizza e sigillate con la pellicola tutta la teglia, non ci devono essere parti di teglia scoperte. Ora spegnete il forno e lasciate accesa la luce e inserite la teglia, intanto mettete sul fuoco un pentolino con acqua e portare a bollore, quando l'acqua bolle spegnete il fuoco e inserite il pentolino nel forno. In questo modo avendo scaldato il forno e il vapore d'acqua del pentolino abbiamo ricreato le condizioni che ci sono all'interno di una cella di lievitazione. Ora lasciate lievitare per circa 4 ore.



Passato questo tempo estraete la teglia e il pentolino dal forno, e riscaldate il forno a 250° modalità statico. Quando è quasi arrivato a temperatura togliete la pellicola e facendovi aiutare da qualcuno trasferite la pizza in una teglia a bordi bassi. Ora abbiamo due strade:
1) se volete farla con pomodoro e mozzarella dovetre prima dovete stendere il pomodoro ed eventuali condimenti tipo verdure già cotte e infornala per 10 minuti nella parte bassa del forno, passati questi minuti estraete la teglia e mettete la mozzarella precedentemente tagliata e ri-infornatela per altri 10 minuti fate attenzione che non diventi troppo scura sia sopra che sotto: questo dipende dal vostro forno.
2) se volete farla ai formaggi come ho fatto io dovete mettere lo stracchino e il gorgonzola subito e la infornate sempre nella parte bassa del forno, dopodiché etraetela e mettete il salame piccante e reinfornate per circa 8-10 minuti.

In entrambi i casi ci vorranno circa 20 minuti per avere un ottima pizza!!

Prima Parte
Seconda Parte
Terza Parte


domenica 30 ottobre 2016

Profumo di Cannella

Eccomi sono tornata a postare, posso dire finalmente!!! Per motivi di lavoro ho abbandonato il blog, lavorando di notte di giorno dormivo e quando mi alzavo avevo da riordinare casa e fare varie commissioni. Però il lavoro che ho svolto è quello che ho sempre sognato di fare cioè la Pasticcera!!! Si diciamo che ho realizzato uno dei miei sogni, poter lavorare in una pasticceria! Unica pecca non in una pasticceria dove si producono dolci senza glutine ma in una glutinosa!!!! Ma questo non importa perchè comunque senza le basi della pasticceria glutinosa non si può fare quella glutenfree. Ho imparato tantissime cose, messo in pratica tutto quello che ho imparato al corso che ho frequentato e che mi ha permesso di ottenere la qualifica.
Ma oggi visto che siamo già ad ottobre pensò già al Natale e vi voglio proporre una frolla alla cannella che si presta sia per biscotti che gusci per crostate, prossimamente vi posterò anche la crostata!!! I biscotti li possiamo decorare come vogliamo e per Natale vi metterò qualche foto di come decorarli e magrari regalarli ai vostri amici. Ma ora passiamo alla ricetta!!!



Ingredienti

- 300gr Mix Frolla Revolution New Food
- 150gr burro
- 100gr zucchero di canna integrale EquoSolidale
- 2 rossi d'uovo
- 5gr di cannella in polvere

Nella ciotola della planetaria inserite il burro e lo zucchero di canna integrale, montate la foglia e azionate la macchina. Fate girare fino a quando toccando con un dito l'impasto non sentirete più i grani dello zucchero. A questo punto con un leccapentole staccate tutto l'impasto attaccato alle pareti della ciotola ed aggiungete i rossi dell'uovo e fate girare qualche istante e poi unite tutta in un colpo la farina con la cannella. Fate girare fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio e morbido.
Ora aiutandovi con uno scartino prelevate tutto l'impasto e adagiatelo su un foglio di carta forno. Ora date una forma alla pasta frolla senza usare le mani ma utilizzando i lati della carta forno, a questo punto adagiate un altro foglio di carta forno e appiattitelo fino ad avere uno spessore di circa 2cm. Impacchettate e mettete in frigor tutta la notte, infatti vi consiglio di prepararla la sera e manipolarla la mattina.


Passato questo tempo di riposo prendete la vostra frolla e tagliatela a pezzi e metteteli nella ciotola della planetaria con il gancio e fate girare 2 minuti in questo modo la frolla si ammorbidisce e diventa lavorabile. Vedrete sarà lavorabile ma fredda quindi si lavorerà meglio!!! Adesso stendetela tra 2 fogli di carta forno fino ad uno spessore di 3 mm ora usate dei taglia biscotti della forma che più vi piace e adagiate i vostri biscotti su una placca rivestita con carta forno. Oppure su un tappetino traforato.


 Il forno deve essere preriscaldato a 180 gradi modalità ventilata. Ci vorranno circa 12 minuti ma controllate la cottura devono essere dorati ma non troppo!!! Adesso decoratelo come volete, con questa ricetta potete anche fare dei gusci per crostate e farcirle come più vi piace!!!

venerdì 10 giugno 2016

Panini al latte per super hamburger!!

Stanca dei soliti panini da hamburger confezionati che sono pieni di coservanti e che si sbriciolano solo a guardarli ho deciso di provare a fare un panino morbido che anche il giorno dopo sia buono e mangiabile ma che non si sbricioli quando vado ad addentarlo!!! Ecco come è nata la ricetta dei panini al latte per super hamburger!!! Devo dire che mi sono sorpresa del risultato e ammetto che il giorno dopo l'ho mangiato con una bella fetta di mortadella che ci sta sempre bene!!! 



Ingredienti

- 200gr Mix Pane e Pizza Revolution
- 130gr latte senza lattosio
- 5gr lievito di birra fresco
- 3gr zucchero
- 10gr olio d'oliva
- 4gr sale

Per la finitura

- 1 uovo + 1 cucchiaio di panna liquida senza lattosio
- semi di finocchio

Procedimento

Scaldate il forno a 25° e poi spegnetelo lasciando accesa solo la luce.
In un bicchiere capiente pesate il latte, lo zucchero e il lievito e mescolate bene. In una tazzina pesate l'olio e unitevi il sale e mescolate.
In tanto in una ciotola capiente versate la farina e mescolatela con una mano e iniziate a versare il latte, mescolate energicamente. quando l'impasto inizia a formarsi versate l'olio e il sale e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto bello ed omogeneo, dovete ottenere una palla ma nè troppo morbida ne troppo dura. Adesso pesate la massa ottenuta e dividete per 3, in modo da ottenere 3 panini; dategli la forma tonda e adagiateli su una teglia rivestista con carta forno. Inserite la teglia nel forno e nel frattempo portate a bollore in un pentolino dell'acqua che poi andrete ad inserire nel forno in modo tale da creare del calore ma anche umidità. Lasciate lievitare per circa  1 ora e 30 minuti, noterete che i panini sono pronti quando si formeranno delle piccole bollicine sulla superficie.
Ora scaldate il forno a 180°. Spenellate la superficie dei panini con un emulsione fatta con un uovo intero e un cucchiaio di panna e mettete i semi di finocchio. Io ho utilizzato questi perchè danno un buon sapore ma soprattutto un ottimo profumo ma potete mettere semi di sesamo o semi di papavero.
Infornate e cuocete fino a quando avranno acquistato un colore bruno (come vedete in foto).



Io ho utilizzato questi panini per fare la serata hamburger ma potete farcirli come più vi piace!!! Conservateli in sacchetti di carta per pane e vedrete che il giorno dopo sarà ancora morbido!!



lunedì 6 giugno 2016

Piadina Romagnola e Crescioni!!!

Da romagnola come non potevo fare la piadina?? Ammetto che ho fatto tantissime prove prima di arrivare a questo risultato che che secondo me si avvicina molto alla piadina glutinosa!!! Qui vi propongo la versione liscia che la si può farcire come più ci piace: affettati, scquaquerone e rucola, prosciutto crudo e formaggio e chi ne ha più ne metta!!! E poi c'è il crescione si lui!! Qui nella zona del ravennate lo chiamiamo crescione ma scendendo verso Rimini Riccione lo chimano cassone!! La sua particolarità è essere una piadina farcita e poi cotta e lo trovate nelle versioni: pomodoro e mozzarella, alle erbe, patate e salsiccia, alla cipolla etc.. Ma ora vi lascio alla ricetta!!!


Ingredienti

- 250gr mix Revolution per pane pizza e dolci
- 20gr di strutto 
- 1 punta di cucchiaino dilievito per dolci consentito o bicarbonato
- 2-3gr di sale
- 150-180 ml di latte intero tiepido 

Procedimento

In una terrina mettete la farina, il lievito, il sale lontano dal lievito e lo strutto. Nel frattempo a microonde scaldate il latte, non deve essere bollente ma solo tiepido quindi vi consiglio di usare la funzione scongelamento che scalda ma non eccessivamente. Quando il latte sará pronto iniziate a versarlo nella terrina dove avete messo i restanti ingredienti ed incominciate ad impastare, aggiungete il latte fino a quando otterrete un impasto uniforme, liscio senza grumi e non appiccoso. Deve essere un panetto morbido lo capirete quando tastandolo con un dito la pasta tornerá leggermente su come se fosse elastico. A questo punto lasciatelo riposare 15 minuti nella ciotola con un'pò di pellicola. Passato questo tempo dividete in 4 o in 3 il panetto ( io l'ho diviso in tre perchè la piadina mi piace un pochino più spessa) fate delle palline da circa 100-105 gr, infarinate leggermente il piano di lavoro e le mani e iniziate ad allargare il panetto con le dite come se suonaste il pianoforte poi aiutatevi con un matterello e dategli una forma tonda ( più o meno ), una volta che le avete stese scaldate bene una piastra da crêpes o se lo avete il testo romagnolo e iniziate a cuocerle, giratele solo quando il lato a contatto con la piastra sará ben colorato, una volta girata foratela con i rebbi di una forchetta altrimenti si gonfierá troppo. Una volta cotte mettetele su una gratella oppure portatele subito a tavola per farcirle come piú vi piacciono!!!

Potete anche fare dei crescioni (qui da me si chiamano così) o cassoni, basta che una volta che avete steso la pallina la farciate come più vi piace: pomodoro e mozzarella, o con le erbette o con le patate e la salsiccia. Chiudete la piada a mezzaluna e con i rebbi della forchetta sigillate i bordi, praticate dei fori sopra e adagiate sulla piastra ben calda. Cuoceteli da ambo i lati e gustateli ancora caldi!!!!
Buon Appetito!!!



giovedì 26 maggio 2016

Exotic Taste

Ieri, in occasione del compleanno del mio compagno, ho preparato questa torta dai gusti esotici: mango, frutto della passione e cocco... Che dire una super combo!!!
Tempo fa ho acquistato delle puree di frutta della marca Le vergers Boiron, sono puree fatte con il 100% di frutta senza aggiunti di zuccheri quindi gluten free; avevo preso il mango e il frutto della passione perché li avevo assaggiati al corso di qualifica per pasticceri che ho frequentato e mi sono piaciute tantissimo. Ve le consiglio.
Siccome al mio compagno piacciono tantissimo questi gusti ho deciso di fare una bavarese al mango con all interno una gelè al frutto della passione e un biscotto dacquoise al cocco. Vi lascio la ricetta con tutti i vari passaggi e l assemblaggio finale.
Ora passiamo alla spiegazione.



Ingredienti

Per la Dacquoise al Cocco ( presa dal libro Peccati di Gola di Luca Montersino)

- 112gr albume
- 70gr zucchero semolato
- 20gr farina di mandorle consentita da prontuario
- 35gr zucchero a velo
- 35gr cocco rapè

Accendete il forno e preriscaldatelo a 180° statico, nella ciotola della planetaria con la frusta versate gli albumi e lo zucchero semolato e montateli fino ad avere un composto sodo, quando alzate la frusta deve formare il solito becco. Intanto che gli albumi si montano in una ciotola versate lo zucchero a velo setacciato, la farina di mandorle e il cocco rapè e mescolate. Quando gli albumi saranno pronti inziate a versare in 3 volte le polveri mescolando dal basso verso l'alto con una spatola, in questa fase fate attenzione a non smontare troppo la massa. Ora versate il composto su una teglia e livellatelo leggermente, spolverate con altro cocco rapé e infornate per 12-15 minuti. Dipende dal vostro forno il tempo di cottura. La caratteristica di questo biscotto é che non dovrà essere inumidito con una bagna perchè è già umid di suo quindi rimarrà molto morbido. Una volta raffreddato coppatelo di una dimensione inferiore a quello dello stampo scelto perché non dovrà vedersi dall esterno.

Per la Gelé al Frutto della Passione (presa dal libro Peccati di Gola di Luca Montersino)

- 62gr acqua
- 32gr zucchero semolato
- 4gr gelatina in fogli (corrispondono a 2 fogli della Pane e Angeli)
- 12gr zucchero semolato (la ricetta originale prevedeva il destrosio)
- 62gr purea frutto della passione

Mettete in ammollo la gelatina. In un tegame unite l' acqua, gli zuccheri e la gelatina ammollata e fate sciogliere bene il tutto. Quando sarà tutto sciolto potete unire la purea del frutto della passione e continuate a mescolare. Ora prendete un anello da mousse in acciaio e rivestitelo da una parte con la pellicola per alimenti e adagiatelo su una vassoio o una superficie piana, ora colate la Gelé che sarà liquida nello stampo e riponetela in freezer fino a che non dovremmo inserirla all'interno del dolce.
La sua dimensione deve essere leggeremente più piccola dello stampo scelto in modo tale che una volta sformato il dolce non si vedrà da fuori ma solo quando taglieremo il dolce.

Per la Bavarese al Mango (presa dal libro Laboratorio di Pasticceria 2.0)

- 8gr di gelatina in fogli
- 212gr di panna fresca
- 65gr zucchero semolato
- 135gr di tuorli (se quelli in brick pastorizzati é meglio)
- 325gr purea di mango

Ammollate la gelatina, in un pentolino unite tuorli, zucchero e purea e portate ad una temperatura di 82°-85°, in sostanza state facendo una crema inglese ma con la frutta. Raggiunta la temperatura spostate dal fuoco il tegame, fate scendere la temperatura della crema alla frutta fino a 55° ed unite la gelatina precedentemente ammollata, mescolate bene. Trasferite la crema appena ottenuta in un recipiente più grande e fate raffreddare un po' e intanto semimontate la panna. Quando la panna sarà semimontate versate su di essa un pochino di crema alla frutta e mescolate con una spatola dal basso verso l'alto, a questo punto versate il composto appena ottenuto sulla restante crema inglese al mango e continuate a mescolare sempre dal basso verso l'alto. A questo punto siamo pronti all assemblaggio.

Assemblaggio

Prendete un vassoio rigido e adagiatevi lo stampo che avete scelto per il vostro dolce, io utilizzato lo stampo Vortex della Silikomart, allora prendete la bavarese al mango e colatela fino a metà stampo, ora estraete dal freezer la vostra Gelé e inseritela nello stampo e premete leggermente. 

Inserimento della Gelè

Adesso colate un altro po' di bavarese e poi inserite il disco di dacquoise. Finite di riempire con la bavarese e livellate. Se vi avanza della bavarese colatela in uno stampo monoporzione a semisfera. Ora riponete il dolce in freezer fino a che non sarà totalmente congelato. 
Una volta congelata estraetela dal freezer capovolgetela e sfilate lo stampo in silicone. Come decorazione ho scelto di guarnirla con del cocco rapè e per farlo attaccare ho spennellato della gelatina neutra a freddo, un sottile strato, lungo il bordo e nel vortice. 
Questo dolce va servito ad una temperatura di +4°, calcolate che per scongelarsi ci mette 4-5 ore quindi fate bene i conti di quando volete servirla.

Spero vi sia piaciuta e se la rifate usate #lericettediviolly












venerdì 13 maggio 2016

Ricotta Pere e Cioccolato a Modo Mio

I miei amici della Sosta dei Celiamici insieme a Revolution per Pasqua avevano indetto un contest!!! Le regole prevedevano di preparare un piatto inedito che contenesse il cioccolato, poteva essere un primo, un secondo o un dolce! E io come potevo non partecipare con un dolce?? Ecco la ricetta del dolce con cui ho partecipato






 Frolla per fondi

250gr Mix Frolla Revolution
125gr burro
79gr tuorlo
79gr zucchero semolato 
22gr zucchero a velo
Scorza d'arancia

Nella ciotola della planetaria mettete il burro con lo zucchero e la scorza d'arancia e fate girare fino a quando si sarà creata una crema, poi aggiungete i tuorli e continuate a fare girare. Per ultima mette la farina e quando inizia a crearsi un panetto compatto spegnete la planetaria, estraete la frolla e adagiatela su un foglio di carta forno poi adagiatevi sopra un altro foglio di carta da forno e con una mattarello appiattitelo fino ad uno spessore di 2cm, chiudete come un pacchetto e fate riposare 6 ore.

Passato il tempo stendete la pasta in uno spessore di 2-3 mm rivestite degli stampini da crostatina. Se usate un anello per torte prima misurate l'altezza del bordo poi ritagliate delle strisce della stessa dimensione e rivestite i bordi, poi prendete le dimensione del cerchio dell'anello e tagliatelo leggermente più piccolo e adagiatelo all interno dell'anello e premete leggermente i bordi del fondo verso le pareti. Faremo una cottura in bianco quindi prima di infornare adagiate sopra la torta un foglio di carta forno e usate dei fagioli secchi o del riso per far sì che il peso non faccia gonfiare la frolla. Altrimenti se utilizzati gli anelli microforati per crostate imburrate bene l'anello e precedete nello stesso modo scritto sopra.

Cuocete a 180° per 15-20 minuti controllate deve essere ben dorata e cotta

Ganache al cioccolato fondente

110gr panna fresca
150gr cioccolato fondente
Tritate finemente il cioccolato e mettetelo in una boule. In un pentolino portate ad ebollizione la panna e poi versare la sul cioccolato tritato e mescolate con una frusta fino a quando non avrete ottenuto una crema fluida e lucida

Gelè alla pera
4gr di gelatina in fogli + 12gr acqua
34gr zucchero
250gr purea di pere
25gr succo di limone

Prendete le pere pulitele dalla buccia, tagliatele a cubetti e scaldatele leggermente.
Versate le pere in un contenitore lungo e stretto e unite lo zucchero e il succo di limone e frullate con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una purea liscia ed omogenea senza pezzi. Reidratate la gelatina. Scaldate una parte del composto di pera sul fuoco fino alla temperatura di 50 gradi, poi unite la gelatina e mescolate bene fino a farla sciogliere bene. Ora unite il restante composto di pere e colate negli stampi. Mettete in freezer per far rapprendere.
 Bavarese alla ricotta

45gr di tuorli
50gr zucchero semolato
62gr latte
6gr di gelatina + 18gr acqua
250gr panna semi montata
50gr zucchero semolato
250gr ricotta setacciata

In un pentolino versate i tuorli e lo zucchero e miscelate con una frusta, intanto mettete in ammollo la gelatina con la sua acqua e scaldate a parte il latte. Appena il latte sarà tiepido versatelo sul composto di tuorli e zucchero. Mescolate e riportare sul fuoco e fate cucocere fino ad arrivare ad una temperatura di 82 gradi o se siete esperti di crema inglese deve velare il cucchiaio. Fate raffreddare leggermente e poi unite la gelatina reidratata. A questo punto unite la ricotta alla crema inglese. Adesso semi montate la panna, versatene una piccola quantita sulla crema di ricotta e mescolate con una spatola dal basso verso l'alto facendo attenzione a non smontare la panna. A questo punto versate il composto di ricotta, crema inglese e panna sulla restante panna facendo sempre lo stesso movimento con la spatola. Ora versate una parte di bavarese negli stampi, inserite al centro la gelè e ricoprite con altra bavarese fino al bordo dello stampo.



 Montaggio

Colate la ganache al cioccolato all'interno della crostatina già cotta e raffreddata.
Scaldate della gelatina neutra Fini a renderla fluida, estraete dallo stampo in silicone la bavarese e lucidatela con la gelatina. Fatela colare bene. Poi adagiate la semisfera di bavarese sopra alla crostatina e guarnite con delle fettine di pere con la buccia.

giovedì 10 marzo 2016

Casunziei alle Rape Rosse

Fino a qualche anno fa andavo con i miei genitori a trascorrere la settimana bianca a Borca di Cadore in un hotel costruito da Enrico Mattei per i dipendenti Eni. L'albergo era bellisimo grande, immerso nelle montagne e il mangiare era spettacolare, allora non ero ancora celiaca quindi potevo degustare tutte le prelibatezze della montagna. Tra i vari piatti ce n'era uno che mi piaceva tantissmo ed erano  delle mezzelune con un ripieno di rapa rossa chiamati Cansunziei!!! Fantastici!!! Ed ecco che oggi ve li propongo in versione gluten free!!!

Ingredienti:

Per la pasta:

- 200gr mix pasta fresca Revolution
- 3 uova intere di media grandezza (circa 50gr ogni uovo)

Per il ripieno:

- 500gr di Rape Rosse già cotte
- 4-5 cucchiai di parmigiano reggiano

Per il ripieno

Prendete le rape rosse tagliatele a pezzi e frullatele con un frullatore ad immersione. Fatta questa operazione passate la purea in una padella e fate asciugare l'acqua che contiene in eccesso. Lasciate raffreddare e poi unite il parmigano e mescolate bene.

Per la pasta:

In una ciotola versate la farina e unite le 3 uova e iniziate impastare con una mano fino ad ottenere un impasto abbastanza omogeno. A questo punto passate l'impasto su un tagliere di legno e continuate ad impastare fino a che la pasta non avrà un colore uniforme. Ora dividete l'impasto in due, quello che non utilizzate mettetelo sotto una tazza o copritelo con pellicola così non si seccherà, e iniziate a stenderlo con il mattarello ma se non siete pratiche potete utilizzare anche la nonnapapera. Stendetela non troppo sottile, a me piace un pochino spessa ma non troppo!

Assemblaggio:

A questo punto con un coppapasta tondo coppate dei cerchi e al centro mettete un pochino di ripieno che avete preparato in precedenza, passate dell'acqua sul bordo e chiudete la pasta a mezzaluna. Ora potete scegliere se utilizzarli subito oppure congelarli. Se li utilizzate subito come condimento fate scioglirere del butto in un salta pasta, quando la pasta sarà pronta scolateli e saltateli nel burro e aggiungete una manciata di semi di papavero, gli daranno una nota croccante, poi impiattate e se volete unite un pochino di parmiggiano grattugiatto.
Se invece li volete congelare vi dò un consiglio: stendete le vostre mezzelune su un vassoio leggermente infarinato e leggermente distanziate e mettete così com'è il vassoio in freezer. Aspettate circa 2 ore, fino a quando non saranno congelati, e solo a questo punto potete metterli nel sacchetto e stoccarli in freezer così non saranno attacati e quando li vorrete cucinare non avrete un blocco unico!!!


print